Il Selvaggio Blu
english
 
l'Ogliastra
Tortolì e Arbatax
Baunei e Santa Maria Navarrese
spiagge
Il Golgo
Le case
tariffe
itinerari
Trekking Selvaggio Blu

Il trekking in questione è considerato il più difficile d'Italia a causa delle molteplici difficoltà di carattere tecnico e fisico, a partire dall'orientamento fino alla ricerca d'acqua. Per poter affrontare questo trekking sarà, infatti, necessario dotarsi d'acqua e potabilizzatori per la stessa, diverse corde lunge almeno 45 metri, imbragatura, bussola, etc, nonchè di una cartografia completa dei luoghi che si dovranno attraversare. A meno che non siate degli escursionisti più che esperti è opportuno che vi facciate accompagnare da una guida del luogo, in tal modo potrete godervi l'itinerario in tutta sicurezza. Per rintracciare una guida esperta è sufficiente contattare la Cooperativa Goloritzè che si trova a Baunei sull'Altopiano del Golgo ove gestisce anche un ristorante-rifugio. La cooperativa Goloritzè organizza anche gite a cavallo ed escursioni in giornata nelle Cale Goloritzè e Sisine: il numero di telefono è 0782 610599. Un altro numero utile è quello della Nautica a Santa Maria Navarrese ove è possibile (in alternativa alla coop. Goloritzè) noleggiare un gommone per le emergenze: 0782 615522.

Il "Selvaggio Blu" è lungo complessivamente 42 Km e si svolge in sei o sette tappe. Il punto di partenza del trekking è Baunei, anche se c'è chi parte direttamente da Santa Maria Navarrese. La prima tappa va da Pedra Longa a Cuile Despiggius e si percorre in sole 3 ore per una lunghezza di 4 km. Niente si strano, perciò, se intenderete proseguire per la seconda tappa di 7 km. che dal Cuile Despiggius conduce a Porto Quao in altre 6 ore. La terza tappa è più impegnativa e, nonostante sia lunga quanto la precedente, viene percorsa in 8 ore per giungere a Cala Goloritzè. Quarta tappa Cala Goloritzè-Bacu Mudaloru 5 km in 6 ore: probabilmente la tappa più impegnativa in assoluto che spesso scoraggia gli escursionisti a tal punto che al termine di essa, molti decidono di abbandonare. Si incontrano, infatti, alcuni tratti da percorrere in arrampicata ed alcune discese in corda doppia. I 3 km. della quinta tappa che unisce Bacu Mudalori a Cuile Mancosu richiedono 5 ore comprendenti anche tratti in arrampicata. La sesta tappa, l'ultima a contenere tratti in arrampicata è lunga 4 km. da percorrere circa in 5 ore e mezza e termina a Cala Sisine. La settima tappa conduce a Cala Fuili: con i suoi 12 km. è sicuramente la più lunga ma ci si impiega "appena" 5 ore; tutto sommato avrete visto di peggio. Da qui il parcheggio non è distante, è sufficiente salire le scalette ben visibili che salgono per 40 metri. Cala Gonone è distante 3,5 km di strada asfaltata.

Torna in cima alla pagina >>